Seleziona una pagina

Si è concluso, dunque, il Congresso 2018 della Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, all’insegna dello slogan liberi di scegliere, liberi di vivere, liberi, fra donne e uomini liberi. Una due-giorni aperta molto intensa in cui si sono alternate sessioni dedicate ai diritti umani, al contrasto alla discriminazione e alla segregazione, ma anche con una forte attenzione al contesto istituzionale e politico e spazi riservati alla discussione e al confronto fra i delegati delle organizzazioni, nazionali e territoriali, che aderiscono alla FISH.

Ed è proprio il Congresso dei delegati che ha approvato l’articolata Mozione Generale che impegna l’azione politica e culturale di FISH a tutti i livelli per l’anno a venire. Gli ambiti e le prospettive di azione investono moltissimi aspetti della quotidianità dei milioni di persone con disabilità, ma investono anche strategie organizzative interne nella direzione di rendere la Federazione un luogo sempre più partecipato e connesso con altre organizzazioni della società civile. Oltre a questo ponderoso documento di indirizzo, oggetto di ampia discussione, il Congresso ha approvato a larghissima maggioranza anche una Mozione particolare su bambine, ragazze e donne con disabilità emersa come istanza forte dalla sessione del giorno precedente dedicata proprio a questi aspetti. Discriminazione multipla e ripensamento di tutti i servizi e le politiche anche in una prospettiva di genere, contrasto alla violenza e agli abusi sulle donne con disabilità sono gli elementi portanti di una mozione che merita di essere letta e diffusa.
Altre tre mozioni particolari sono indirizzate al tema della videosorveglianza, a quello dei concorsi pubblici e dei rischi di discriminazione per le persone con disabilità, ed infine alla proposta di modifiche statutarie funzionali ad una possibile maggiore incidenza di FISH nelle relazioni con enti pubblici e privati.

Ma il Congresso dei delegati era anche chiamato al rinnovo degli organi statutari e segnatamente della Giunta Nazionale, del Collegio dei Revisori dei conti e del Comitato dei Garanti.
Circa la Giunta, il Congresso ha deliberato che nel novero dei componenti (15), al fine di garantire una più ampia partecipazione dei territori, sia prevista la presenza di 5 rappresentanti delle federazioni regionali. I risultati delle votazioni sono quelli riportati di seguito.
Per la componente delle organizzazioni nazionali:

Mario Alberto Battaglia AISM
Silvia Cutrera DPI
Antonio Cotura FIADDA
Francesco Diomede FINCO
Marco Espa ABC
Paolo Virgilio Grillo AIPD
Vincenzo Falabella FAIP
Alberto Fontana UILDM
Germano Tosi ENIL

Per la componente di rappresentanza regionale:
Luisella Paola Bosisio FISH LOMBARDIA
Annunziata Coppedè FISH CALABRIA
Giampiero Licinio FISH VENETO
Donata Grazia Pagetti FISH TOSCANA
Daniele Stavolo FISH LAZIO

I componenti della nuova Giunta FISH conseguentemente risultano: Vincenzo Falabella, Silvia Cutrera, Antonio Cotura, Roberto Speziale, Paolo Virgilio Grillo, Mario Alberto Battaglia, Marco Espa, Alberto Fontana, Francesco Diomede, Germano Tosi, Daniele Stavolo, Giampiero Licinio, Annunziata Coppedè, Donata Grazia Pagetti, Luisella Paola Bosisio.

Nel corso della prima seduta la Giunta provvederà alla nomina del presidente, dei vicepresidenti, del segretario e del tesoriere.

Rinnovato anche il Collegio dei Revisori dei conti, composto da tre membri e due supplenti: Franco Giona, Dino Barlaam, Francesco Marconetti, Andrea Tonucci, Antonio Sacco.

E infine anche l’esito delle votazioni per il Comitato dei Garanti che ha visto l’elezione di Salvatore Nocera , Generoso Di Benedetto, Paolo Giuseppe Fogar.
Nel suo intervento al Congresso Marco Espa rimarca la posizione dell’ABC contro ogni forma di discriminazione; in particolare, sostenendo la mozione sulle donne con disabilità ribadisce il ruolo delle madri di figli con disabilità e donne con disabilità che subiscono pluri-discriminazioni. Ribadisce come la FISH, baluardo sui diritti umani contro ogni forma di segregazione e contro le discriminazioni debba rigettare ogni tentativo politico di contrapporre i diritti dei disabili (sostegni) ai diritti degli immigrati in Italia, frutto di bieca campagna elettorale che nulla a che vedere con la tutela dei diritti civili delle persone con disabilità.
Hanno partecipato ai lavori, con diritto di voto: Il Presidente ABC Federazione Italiana Marco Espa, il Presidente di ABC Lombardia Mauro Ossola, il presidente di ABC Emilia Romagna Egidio Cavicchi e il Segretario ABC Federazione Italiana Francesca Palmas.